Acquisti a Tenerife

lunedì 5 dicembre 2016

Ciao a tutte,

ecco, arriva Natale e io vi parlo delle mie vacanze al mare di settembre…

Il tempismo non sembra proprio il mio forte, ma stavolta posso giustificarmi dicendo che non vi parlerò di sole, spiagge e mare, ma degli acquisti di makeup fatti, da cui magari potete prendere spunto per qualche regalo di Natale (lo so, lo so che mi sto arrampicando sugli specchi, voi fate finta di niente e ignorate come al solito il mio ritardo colossale…d272).

Intanto questa è la foto fatta al mio ritorno ai nuovi giochi:

acquisti-tenerife

Chi mi conosce o mi segue da un po’ avrà appena pensato che ho sbagliato foto ed ho pubblicato quella di un solo acquisto invece della somma di un’intera vacanza.

Invece no, quella è la foto totale.

Perchè??? Sono diventata forse più responsabile quando si tratta di comprare il superfluo??a127

Non ci sperate, è stato solo per una serie di fattori e “l’aumento della mia coscienziosità sugli acquisti makeupposi” non è fra questi.a074

In primis, è stata diretta conseguenza del fattore che guardo per primo quando sono all’estero: il prezzo. A Tenerife non tutto è economico. Sephora per esempio è più cara che in Italia, infatti lì non ho comprato niente nonostante ci fossero brand introvabili da noi.

Detto questo, ho apprezzato molto i consigli ricevuti sulla pagina Facebook (grazie Hermosa, davvero!a095), ma sinceramente ho riflettuto e spendere 40/50 euro per un rossetto, beh, non me la sono sentita soprattutto in questo momento con un mutuo fresco fresco e le spese non ancora finite per la casa nuova. Mentre scrivo mi sto rendendo conto che questa è forse la dimostrazione che sto diventando più responsabile negli acquisti, esattamente il contrario di quello che ho scritto 3 frasi più sopra. #coerenza a101

Un’altra cosa che mi ha fatto desistere dal comprare mezza isola è stata la scelta dei prodotti: a parte quei 3/4 brand da Sephora introvabili da noi e altrettanti in un centro commerciale vicino all’hotel, non ci sono “originalità” fra una profumeria e l’altra e neppure rispetto all’Italia. Se poi contate che gli stessi prodotti li pagate meno qui da noi se sfruttate qualche sconto evitando pure di appesantire la valigia del ritorno, capite bene che ho pensato non ne valesse proprio la pena.

Ma qualcosa ci è finito lo stesso nella valigia.a110

L’acquisto indispensabile

Il set Biotherm con la crema viso e le travel size di detergente viso e tonico è stato un acquisto obbligato quando 2 giorni prima di partire ho finito il tonico. Portare quantità di prodotti in viaggio “misurati” può causare questo tipo di problemi: sbagli i calcoli e li finisci prima del previsto. Ma se siete compulsive negli acquisti cosmetici come me, questo non è un problema ma una scusa un’opportunità per comprare nuove cosucce… a133

Per il momento ho usato solo il tonico durante i miei viaggi e weekend fuori casa e mi è piaciuto. Potrei ricomprarlo in full size una volta finiti tutti quelli che ho…

La botta di cu…ore

Le cose belle sono tutte in edizione limitata. Detto così sembra un’appendice della legge di Murpy, ma è la cruda verità. a094A Tenerife però si può avere la fortuna non solo di trovare alcuni prodotti di vecchie limited edition cosmetiche, ma di poterli comprare anche a prezzi ridotti. E’ quello che è successo con il blush illuminante Guerlain Terracotta Blush Sun Shimmer Highlighter nel colore 02 Sunny Pink.

Non è stato colpo di fulmine, infatti l’ho comprato l’ultimo giorno prima di partire dopo essere passata 3 volte nel negozio durante la vacanza, ma è stato forse uno degli acquisti più interessanti.

Il fatto è che avevo preso una scottatura l’anno scorso con le Meteorites (30 euro e quando le uso sembro un vampiro di Twilight al sole…disco) e tornare su Guerlain mi spaventava un po’, soprattutto senza poter provare il prodotto per assenza di tester… ma alla fine l’ho preso ed ho fatto bene.

La consistenza è setosa ed il colore è costruibile. Risulta rosa/dorato ma dà quel tocco di luminosità naturale senza sbrilluccichii. Io preferisco non abbondare, ma quando esagero (a volte può capitare…) basta un filo di cipria in più e tutto si risolve.

Tornassi indietro… lo ricomprerei comunque e lo consiglierei anche a voi, ma ormai è fuori produzione ovunque!!a057

La sorpresa

Chi l’avrebbe mai detto che un ombretto Clarins brand che ho sempre snobbato allegramente pensando fosse troppo “classico”, mi sarebbe piaciuto così tanto?a184

Dal momento che l’ho comprato, l’ho usato per tutto il resto della vacanza.

Si tratta di un Ombre Iridescent nel colore 05 Silver Pink. E’ un ombretto che dovrebbe essere in crema ma in realtà ha la consistenza di una polvere compatta. E’ shimmer, ma non brilla eccessivamente e i microglitter presenti non svolazzano quasi per niente.

Stavo per comprarne anche uno più scuro ma poi ho pensato che lo avrei sfruttato poco e mi sono trattenuta. Penso di aver fatto bene perchè anche questo rosa pesca con riflessi argento (definizione del colore da prendere con le pinze per via del mio ormai noto daltonismo che lì sull’isola me lo aveva fatto vedere come un rosa lilla chiaro…a263) è molto pigmentato ed evidente, sebbene delicato ed elegante.

Il salvavacanza

Vi è mai capitato di andare in vacanza e dimenticare il prodotto che vi consente di uscire dall’hotel senza sembrare una pazza che ha appena preso la scossa?? a193Ecco, l’anno scorso eravamo in una suite e il balsamo era fra i sample forniti dall’hotel, quindi quest’anno ho deciso di non portarlo. Peccato che stavolta non abbiamo avuto l’upgrade (causa concerto di Ricky Martin che qui è considerato tipo un eroe nazionale anche se non è spagnolo) per cui nel bagno della camera c’era a malapena il docciashampoo . Urgeva un rimedio e l’ho trovato in un centro commerciale: una minitaglia di balsamo Idratante Rainforest di The Body Shop. Il profumo è buonissimo, ma essendo naturale, sui miei capelli è poco efficace… In vacanza però andava bene: lasciavo spesso i capelli mossi naturali e lui controllava bene il crespo lasciando delle meravigliose onde (odiatissime dalla sottoscritta, ma che piacciono al resto del mondo…).

L’acquisto al buio

Pensare di comprare un colore e ritrovarsene uno diverso quando lo si applica… questo mi è successo con la matita automatica Chanel Stylo Yeux Waterproof nel colore Bleu Metallique. Era l’ultima, in saldo, senza ovviamente tester. Era un prendere o lasciare. a013L’ho presa pensando di usarla per sostituire una vecchia matita Bionike quasi finita. Poi una volta a casa mi sono accorta che una volta applicata non c’azzecca proprio niente nè con la matita che già ho nè con il colore della mina stessa: la Bionike è un cartazucchero opaco e piuttosto spento, la Chanel è un petrolio che però sull’occhio tende più al blu che al verde e brilla come se avesse dei microglitter (e magari ce li ha pure, ma non li ho visti…). Per il momento mi piace, ma non ho avuto finora molte occasioni in cui usarla… Inoltre mi sono accorta che non ho risparmiato molto rispetto a quanto costa qui…i061 In compenso, pure questa è al momento fuori produzione.

Il profumo Givency e la crema corpo Rituals sono ancora da aprire, ma dai tester che ho provato nei negozi, ho grandi aspettative per loro…

Se volete informazioni più in dettaglio su qualche prodotto, non avete che da chiedere!

Voi che ne pensate del turismo cosmetico? Avete mai provato qualcosa di quello che ho comprato? Mi perdonate per i miei ritardi cronici sul blog se vi dico che sono per un valido motivo?a043

bloglovin

4 Responses to “Acquisti a Tenerife”

  1. avatar nella ha detto:

    Ma guarda la mia adorabile Pam che anche in vacanza lavora per noi..insuperabile e poi ci hai proprio mostrato il cestino delle meraviglie..
    In effetti la scelta dei tuoi prodotti è talmente varia che personalmente mi mette in imbarazzo su cosa scegliere e cosa scartare.
    Leggerò con più attenzione per vedere cosa posso permettermi curiosando..
    Un bacio della buona notte

    • avatar Pamela ha detto:

      Ciao Nella,
      Purtroppo alcuni prodotti fra quelli che ho preso fanno parte di vecchie edizioni limitate (il blush illuminante Guerlain), altri sono fuori produzione (la matita occhi Chanel) e alcuni sono di difficile reperibilità in Italia (la crema corpo Rituals).
      Insomma, se non li avessi trovati lì forse non li avrei mai visti… I prodotti Clarins e Biotherm si trovano anche da noi e se li trovi magari puoi farci un pensierino…
      Ti auguro una buona giornata!

  2. avatar francimakeup ha detto:

    A me Clarins piace come brand, quello che ho provato mi ha sempre soddisfatta e poi adoro le profumazioni delle creme

RSS feed for comments on this post. And trackBack URL.

Leave a Reply

Scrivi il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.