I vuoti (e pieni) a perdere di Dicembre

martedì 21 gennaio 2014

Ciao a tutti,

con più ritardo del solito, vi parlo dei prodotti finiti a dicembre. Anche questo mese non ho dato fondo a chissà quali scorte, ma mi reputo abbastanza soddisfatta anche perchè (ecco, arriva la scusa!!) sono stata spesso fuori casa e non ho potuto usare molti prodotti.

Prodotti finiti Gennaio

NASHI ARGAN Mini kit Shampoo + Balsamo + Olio (30 ml + 30 ml + 5 ml): a breve, quando avrò finito anche il kit più grande e mi sarò fatta un’idea più precisa di un altro prodotto del brand che ho comprato, arriverà la recensione di questi prodotti presi al Cosmoprof l’anno scorso. Non vi anticipo niente per non rovinarvi la sorpresa, per ora sono solo contenta di aver finito un intero kit (anche se piccolo…).

LUSH Maisenza – Detergente viso (100 gr): vi risparmio un’altra recensione del tipo “Maisenza, ti amo, ti adoro, ti lovvo, a316 come ho fatto finora senza di te… ecc. ecc.”, perchè ormai ne è pieno il web e io non aggiungerei nulla di nuovo. Sappiate solo che per un periodo ne avevo interrotto l’uso perchè ho avuto l’impressione che mi causasse dei brufoli, invece quando l’ho ripreso in mano mi sono accorta che mi sbagliavo e che i problemi erano causati da altro… Sto aspettando che ritorni in bottega per comprarlo nonostante il prezzo piuttosto alto, nel frattempo mi arrangio con Clarisonic + detergente Kiehl’s alla Calendula, accoppiata che però non mi soddisfa al 100%. a041 Voto: 9

WJCON Struccante bifasico (150 ml): inizialmente mi trovavo bene con questo struccante comprato a settembre in vacanza. Non bruciava gli occhi e struccava discretamente. Dopo qualche settimana ho notato che mi lasciava la pelle unta, una cosa davvero strana, all’inizio non lo faceva per niente, per eliminare l’unto non bastava il risciacquo con l’acqua ma serviva un tonico o un’acqua micellare.a013 Non vedevo l’ora di finirlo e ora finalmente ce l’ho fatta. Voto: 6

BOTTEGA VERDE Correttore Stilo Illuminante Antiocchiaie: questo correttore a penna faceva parte di quei prodotti preistorici che stazionano nel mio bagno da anni, una decina in questo caso.d019 Nella mia opera di pulizia di quest’estate, stavo per buttarlo via, poi visto che ancora non avevo trovato il correttore perfetto (tuttora lo sto cercando) ho deciso di riprovarlo ed ho notato che forse era il migliore di quelli che avevo in casa. Intanto ho visto che continuano a farne uno simile e l’ho ovviamente comprato, ma deve essere cambiata formulazione perchè non mi ci trovo benissimo come con quello che ho finito. i061Era leggermente coprente, non andava nelle pieghette, la consistenza era quasi perfetta anche se dopo diverse ore creava un effetto polveroso. L’ho finito in fretta, nonostante mi piacesse abbastanza, perchè avevo paura dopo tutti questi anni di subire qualche strana reazione sulla pelle (non mi piaceva che alla fine insieme alla parte colorata del correttore uscivano dal pennellino delle goccioline di liquido trasparente un po’ inquietanti…a053). Voto: 8

CLARINS One-Step Facial Cleanser – Makeup remover (100 ml): ho deciso di dare una casa a questo prodotto che mia suocera non voleva più. Nonostante infatti lei si trucchi in modo leggero, non riusciva ad ottenere un risultato decente con questo bifasico. L’ho provato e devo dire che dopo un’iniziale fase di diffidenza, l’ho trovato buono. Non ungeva, non bruciava gli occhi ed era abbastanza efficace su makeup non waterproof (quello waterproof non lo uso mai). Anche se era superfluo, io dopo averlo usato, passavo per sicurezza un dischetto imbevuto di tonico per togliere tutti i residui di makeup dal viso ed ottenere una pulizia più efficace, ma quando andavo di fretta non lo facevo e mi trovavo bene ugualmente. Per me quindi è promosso, ma mi sono sbrigata a finirlo per far posto ad altro. Certo, per il prezzo che ha (la taglia piena da 200 ml dovrebbe costare intorno ai 28 euro di listinoa026) non vale la pena ricomprarlo, anche se a me la travel size è durata parecchio, circa 3 mesi. Voto: 7

Questi sono invece i prodotti che ho deciso di buttare questo mese:

Prodotti buttati Gennaio

PLANTER’S Crema contorno occhi lifting (15 ml): inizialmente non mi piaceva, poi ho avuto un periodo in cui la tolleravo, ora a distanza di qualche mese non la sopporto più. a023 Intanto ha iniziato a puzzare. a067 Poi invece di idratare e attenuare le occhiaie su di me arrossa ancora di più il contorno occhi, quindi oltre che inutile è pure controproducente. Il periodo in cui ho tentato di farmela piacere è stato breve e derivante dall’illusione che probabilmente avrei visto i risultati a lungo termine. Ho avuto l’impressione che mi abbia pure accentuato le rughette sotto gli occhi. Ora, ad oltre un anno dall’apertura, ne è rimasta circa un terzo, ma non ce la faccio a finirla. A mai più rivederci!! a029 Voto: 3

MAYBELLINE Mascara Lunghezza Illegale: vi avevo già detto che non riesco mai a capire quando un mascara è finito. In questo caso so per certo che non lo era, ma l’ho buttato ugualmente perchè era terrificante!! a170 Intanto, di illegale c’era solo l’impiegato del marketing di Maybelline che ha inventato questo nome e ha scritto le caratteristiche sul sito visto che non allungava proprio un bel niente!!a060 Se anche conteneva delle fibre (mai viste!!a117), queste erano troppo lunghe per poter dare un effettivo allungamento e si perdevano dentro al mascara che oltretutto è pure abbastanza pastoso. Alla fine questo mascara non ha nessuna caratteristica particolare: non allunga, non incurva, non volumizza, colora leggermente di nero le ciglia (bell’utilità per me che le ho già nere, non trovate?a134). Inoltre si solidifica in fretta e secca le ciglia rendendole rigide. Ma quello che mi ha fatto decidere per il suo abbandono è stato che tutte le volte che lo mettevo si staccavano dei pezzettini e mi finivano negli occhi facendomi lacrimare, immaginate il fastidio!! a121 Durante lo struccaggio poi restava aggrappato alle ciglia e graffiava tutto il contorno occhi. Ho detto basta a questa penitenza e ho deciso di buttarlo. Voto: 2

LUSH SmittenCrema mani (45 gr): l’ho adorata, ma credo che sia scaduta da un paio di anni e ormai non ha più quel profumo paradisiaco di mandorle che aveva all’inizio, ma come tutti i prodotti Lush ha iniziato a puzzare di grasso per motore. a249Già non metto molto la crema mani, poi sono ancora meno incentivata a farlo se devo anche metterne una scaduta e che puzza!! All’inizio invece era profumatissima e leggera e non faceva quell’odiosa patina che fanno molte creme per le mani… a239 Voto: 8

Per dicembre è tutto, fra qualche settimana ci risentiamo per i vuoti di gennaio!!

bloglovin

19 Responses to “I vuoti (e pieni) a perdere di Dicembre”

  1. avatar Fefy ha detto:

    Maisenza e Clarisonic non mi è sembrato andassero troppo d’accordo: sentivo sempre una patina in viso, oltre a perdere “granelli” per ore!

    • avatar Pamela ha detto:

      Infatti dopo aver letto la tua opinione in merito, non ho nemmeno provato ad usarli insieme!! 🙂
      Il fatto è che fra Maisenza (da solo) e Clarisonic + detergente Kiehl’s preferisco il Maisenza anche se è più scomodo da usare perchè i granelli mi finiscono in mezzo ai capelli!!

  2. avatar elisha87 ha detto:

    che delusione questi mascara!! maledizione, promettono sempre miracoli (e io che non sono poi tanto cigliamunite ci abbocco sempre) e alla fine son spesso delle sòle! :/

    • avatar Pamela ha detto:

      Non me lo dire!! Io ho delle ciglia normali, ma se compro un mascara “lunghezza illegale” mi aspetto di creare un tornado ogni volta che sbatto gli occhi… 🙂
      Invece è pessimo!! Comunque ne ho molti altri da provare, vediamo…

  3. “di illegale c’era solo l’impiegato del marketing”… ahahahhahah!!!!!! sei troppo simpatica!!!!!! XD

    comunque non ti è andata male, hai finito un bel po’ di cosette!!!! ^.^ lo struccante bifasico wjcon lo provai anch’io (scroccato da mia zia quando dormivo da lei) ma non mi è piaciuto molto… diciamo che quando tornavo a casa mia ero contenta di ritrovare il mio struccante!!! quello wjcon era troppo pesante per me…

  4. avatar Spendi&Spandi ha detto:

    Peccato per il mascara, ma quando un prodotto è inutile passa anche la voglia di usarlo!!
    Ciao Maisenza, sento il tuo profumino anche da qui! Anche io lo riacquisterò sicuramente! 🙂

    • avatar Pamela ha detto:

      Oltre che inutile è pure dannoso!! Per fortuna ne avevo altri aperti e l’ho alternato finchè non ho avuto la certezza che tutti i problemi mi fossero causati da lui.
      Devo passare da Lush, altrimenti vado in crisi di astinenza da Maisenza!!!!! 😀

  5. avatar makeupnonsolo ha detto:

    Beh dai, hai finito tante cosine…anche io ho il kit di Nashi preso al Cosmoprof e non l’ho ancora utilizzato. Finirà che riandrò al Cosmoprof e ne prenderò un altro e non avrò ancora finito il primo! ahahah

    • avatar Pamela ha detto:

      Io sto finendo anche l’altro kit, quello più grande con la pochette. Il rischio di non riuscire ad usare tutto quello che ho preso l’anno scorso al Cosmoprof ormai è una certezza per me. Pensa che ho ancora cose ancora chiuse del Cosmoprof di due anni fa!!! 😀

  6. avatar Barbara Bordeaux ha detto:

    Ma veramente i prodotti Lush col tempo iniziano a puzzare di grasso per motore? xD oddio… io non lo so perche’ non ne ho mai avuti…
    Ma ecco… il maisenza lo proverei molto volentieri >_<

    • avatar Pamela ha detto:

      Non tutti, ma con parecchi ho avuto questo problema. E poi la cosa strana è che alcuni (tipo alcune creme viso o alcuni sieri) me l’hanno fatto anche prima della scadenza, mentre altri (tipo Crine Tempestose) li ho usati per oltre un anno dopo la scadenza senza notare il minimo cambiamento.
      Il maisenza ti assicuro che non ci arriva alla scadenza, finisce prima 😀

  7. avatar elisa ha detto:

    prima o poi me lo devo comprare il “mai senza”
    Nameless Fashion Blog
    Nameless Fashion Blog Facebook page

RSS feed for comments on this post. And trackBack URL.

Leave a Reply

Scrivi il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.