Merci, Monsieur Dukan! E i chiletti se ne van…

lunedì 8 ottobre 2012

Ciao a tutti,

immagino che abbiate notato che nell’ultimo periodo non ho pubblicato molte recensioni di ristoranti. C’è un motivo: non ci sto andando più spesso come prima perchè mi ero convinta che dovevo rientrare nella mia vecchia (molto vecchia direi!) taglia 40! Si trattava di tornare al peso di quando avevo 18 anni, (non che ora ne abbia molti di più, cosa credete??) così da vedermi meglio con il mio corpo e tornare a mettere vestiti con cui fino ad ora mi sentivo a disagio perchè sottolineano qualche curva di troppo…

Ma perchè nel titolo ho ringraziato il signor Dukan? Semplice, mi sta facendo dimagrire senza sforzi per raggiungere il mio obiettivo!!

Mi spiego meglio: il Dott. (anzi, ormai “ex dottor” visto che ha richiesto la radiazione dall’albo dei medici per poter commercializzare i suoi prodotti in piena libertà) Dukan è un neurologo e nutrizionista che ha inventato una dieta dimagrante basata principalmente sull’assunzione di proteine. Sia ben chiaro: la dieta Dukan non è un regime alimentare equilibrato, anche perchè se lo fosse non ci sarebbe modo di dimagrire dal momento che il nostro corpo assumerebbe le giuste proporzioni di macroalimenti (proteine, carboidrati e grassi) che gli consentirebbero di assimilare in modo ottimale le calorie dai cibi. No, per bruciare gli accumuli di grasso bisogna creare un disequilibrio, fare in modo che il nostro corpo vada ad attingere alle riserve di grasso e per fare ciò bisogna limitare l’introduzione di cibi che contengano carboidrati (inclusi soprattutto gli zuccheri semplici) e ovviamente i grassi di qualsiasi origine, oltre a bere un pò di più (almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno) e fare delle passeggiate di 20/30 minuti ogni giorno. Questa è la filosofia di questa dieta e vi garantisco che, almeno su di me, funziona. Io ho comprato e letto i 3 dei 4 libri ufficiali (mi manca quello con le 350 ricette, ma penso che non lo comprerò perchè se ne trovano molte di più su internet, e poi ho già l’e-book) e, seguendo attentamente il programma, sto perdendo etti giorno per giorno in modo graduale.

Vi spiego in breve come funziona, riassumendo i concetti principali del libro.

La dieta si divide in 4 fasi:

  • fase di attacco: può durare da 1 a 10 giorni (nel mio caso 3) ed è il momento in cui si dà uno “scossone” al metabolismo perchè si introducono solo cibi principalmente proteici, eliminando carboidrati e grassi. In sostanza, carne (ovviamente no maiale e agnello), pesce e uova a volontà, ma cucinati senza condimenti, solo spezie e un pochino di senape. Sono obbligatori almeno 20 minuti al giorno di passeggiata e 1,5 litri di acqua. In questa fase il fisico reagisce all’assenza di “carburante” (carboidrati) buttando giù liquidi ed iniziando ad attingere alle riserve di grasso. Peso perso alla fine della fase di attacco: -1,5 kg!!
  • fase di crociera: è simile alla fase di attacco, ma si reintroducono a giorni alterni le verdure. In totale in questa fase si possono mangiare circa 100 diversi alimenti a volontà. Inoltre si ha la possibilità di mangiare ogni giorno 2 porzioni di alimenti “tollerati” (tipo uno yogurt magro alla frutta o un cucchiaino di cacao magro). La perdita di peso rallenta rispetto alla precedente fase e a volte inverte la rotta per qualche giorno (succede soprattutto a noi donne a causa di fattori ormonali), ma, anche se in modo meno evidente, si continua a dimagrire. In media si dovrebbe perdere circa 1 kg a settimana, io ne ho persi un pò meno ma va bene lo stesso. Mi sono infatti capitati dei momenti di “stallo” che comunque ho superato facilmente (per superare l’ultimo in cui sono rimasta dello stesso peso per 3 giorni consecutivi ho dovuto mangiare una pizza con cui ho “sbloccato” il metabolismo!). Questa fase dura fino a che non si raggiunge il Giusto Peso, ovvero quel peso che sulla base di una serie di fattori (età, sesso, numero di diete già tentate, ecc.) è il peso ottimale che si riuscirà con facilità a mantenere. Per scoprire il proprio Giusto Peso basta fare il test nel sito ufficiale della dieta DukanPeso perso alla fine della fase di crociera: – 5,8 kg
  • fase di consolidamento: è la fase in cui sono adesso e serve a non riprendere i kg persi. Si possono mangiare tutti i giorni proteine e verdure e, in aggiunta, un frutto, una porzione di formaggi e due fette di pane integrale al giorno oltre a una porzione di amidacei (pasta, patate, riso, ecc.) la settimana. Inoltre è previsto un pasto “della festa” a settimana, che diventano 2 nella seconda metà di questa fase, (come gli amidacei) in cui è possibile mangiare TUTTO!!! Ovviamente senza fare il bis, ma è concesso davvero tutto!! Gli unici accorgimenti di questa fase sono i soliti (passeggiate e bere molto) oltre a mantenere un solo giorno la settimana in cui si mangiano solo proteine senza tollerati.
  • fase di stabilizzazione: questa non è una vera e propria fase, ma è il regime da seguire per il resto della vita. Infatti in questa fase ci sono solo 3 regole da seguire, poi si può mangiare tutto quello che si mangiava prima della dieta. La prima regola è quella di continuare a rispettare un giorno di proteine pure senza tollerati a settimana. La seconda regola è quella di evitare gli ascensori (nel senso che ogni tanto bisogna fare un pò di movimento, anche solo fare le scale). La terza regola è quella di mangiare 3 cucchiai di crusca di avena al giorno che, grazie all’alto contenuto di fibre, aiutano a mantenere stabile il peso. Per il resto, si può fare tranquillamente la vita di prima!

Non è che avessi bisogno di una dieta drastica, ma volevo perdere quei 6/7 kg che mi pesavano su pancia e fianchi e poi non pensarci più, senza stare una vita a dieta o a contare le calorie!!

Il funzionamento a fasi è importante e serve innanzitutto per raggiungere il proprio peso ideale (Giusto Peso) nelle prime due fasi, renderlo stabile nella terza fase e mantenerlo a vita nell’ultima fase. Al momento ho quindi finito la seconda fase e sono entrata da pochi giorni nella terza, perdendo finora 5,9 kg (ebbene sì, può capitare di continuare a dimagrire anche nella fase di consolidamento!).

Nelle prime tre fasi della dieta (ed anche dopo non fa male mantenere questa abitudine) è fondamentale bere almeno 1,5 litri al giorno, per me è diventato quasi un vizio e spesso bevo anche oltre i 3 litri. Unico inconveniente i frequenti viaggi in bagno…

Inoltre se non si fa la passeggiata giornaliera non si riesce a buttare giù neanche un etto. E non lo dico per dire, mi è capitato di essere in stallo per qualche giorno e ricominciare a calare di peso semplicemente camminando un pò di più (ora ho anche ripreso saltuariamente lo spinning senza grossi problemi). Inoltre un altro modo per uscire da uno stallo per me, come ho già detto, è quello di mangiare una pizza o molti carboidrati tutti insieme, probabilmente la spiegazione è quella descritta in questo link.

Comunque, come tutte le diete, non è adatta a tutti.

Intanto non bisogna essere dolci-dipendenti: io infatti la adoro perchè non impazzisco per i dolci e posso restare senza anche per mesi. Quello che però non avrei mai pensato è che nelle prime due fasi mi è mancata la frutta. Davvero, la frutta. Non una torta al cioccolato o un bombolone alla crema, ma proprio le pesche, le albicocche, l’ananas, i kiwi, le fragole, le arance, il melone… e tutto il resto (e fortuna che ho iniziato la dieta quando era appena finito il periodo delle ciliegie, perchè altrimenti non ce l’avrei fatta!). E adesso che sono tornata a mangiarla davvero non mi manca niente. Infatti per il mio anniversario ho “sgarrato” perchè come vi avevo già raccontato siamo andati in un hotel dove era inclusa anche una cena (per non parlare della colazione della mattina dopo, a base di torte fatte in casa…) e la cosa che mi ha dato più soddisfazione è stata mangiare un piccolo fico che ci hanno portato con gli antipasti: pensate che era la prima volta che mangiavo un fico in vita mia perchè ero convinta che non mi piacessero… per me è stata la cosa migliore di tutta la cena!!

Essendo poi una dieta non equilibrata, secondo me non è adatta a chi vuole perdere molti kg, o meglio, in questi casi bisogna sempre rivolgersi ad un medico (come consiglia Dukan nei suoi libri) perchè come dicevo all’inizio, è un regime alimentare squilibrato e le fasi più “dure” (le prime 2) dovrebbero durare molti mesi con possibili ripercussioni negative sull’organismo. E per perdere solo 2/3 kg forse non è necessaria, basta solo limitarsi con i dolci e stare un pò attenti alle calorie, anche se non è garantito che quei chiletti persi poi non li riprendiate con gli interessi appena abbassate un pò la guardia. Ma questo è un pò il problema di tutte le diete dimagranti…

Inoltre è ovviamente inadatta a chi ha problemi di salute seri, a chi ha analisi un pò sballate, a chi non ha abbastanza forza di volontà e ad un’altra miriade di casi particolari.

Su internet si trova di tutto su questa dieta: dai siti che la glorificano sempre e comunque, a chi la critica senza se e senza ma. Io sto in mezzo, personalmente mi sto trovando molto bene, ma capisco anche gli altri punti di vista: capisco persino i poveri dietologi che non avrebbero più clienti se venisse scoperta una dieta che va bene per tutti. Anche se questi ultimi non mi stanno propriamente simpatici, dopo che ho scoperto che una rappresentante della categoria a mia mamma dopo averle fatto spendere un sacco di soldi fra visite ed analisi, le ha dato come dieta personalizzata la fotocopia della pagina di un settimanale femminile… Risultato: oltre 10 kg persi in un anno e mezzo di visite da salasso (ma solo per il portafoglio) e molti sacrifici, kg interamente ripresi con gli interessi (e parlo di interessi da usura!!) nel giro di un paio d’anni. Per lo meno il mio investimento è stato di appena una quarantina di euro per i libri, con cui non mi sarei pagata neanche metà visita.

Da amici e conoscenti però arrivano le migliori perle: da quello che ti dice che “mangiare proteine fa aumentare l’aggressività, capito, eh?!? CAPITO?!!?!?” (ma forse l’aggressività aumenta negli altri, che mi vedono più magra di prima?? ) a chi arriccia il naso sostenendo che “la dieta mediterranea è la migliore di tutte!”, ignorando che, per quanto sia un ottimo regime alimentare, la dieta mediterranea non è una dieta dimagrante, per cui se vorrai perdere qualche etto dovrai pesare pane e pasta e limitare fortemente i dolci, ma questo per sempre, pena conseguenze già dette sopra.

In conclusione questa dieta, anche se su di me sta avendo i risultati sperati senza effetti collaterali (eccetto il non trovare più vestiti nell’armadio perchè ho già perso qualche taglia!!), non mi sento di consigliarla apertamente a tutti, per tutte le premesse indicate sopra e soprattutto perchè la dieta è una scelta da fare in maniera consapevole e possibilmente con l’aiuto di un esperto, ma se vi ho incuriosito almeno un pò, comprate un libro, costa 15 euro (sia il classico “La dieta Dukan” sia “La dieta Dukan illustrata”) e fatevi un’idea di cosa sia. E mi raccomando, non iniziate una dieta per perdere molti kg (più di 7/8) senza aver almeno avvisato il vostro medico!

Ma non voglio dilungarmi oltre, vi ho già annoiato abbastanza, se vi interessa saperne di più, come vi ho già detto, vi basta comprare i libri. E se siete invece curiosi di sapere come sta andando la mia dieta, chiedetemi pure, mi fa piacere parlare di come sto vivendo questa esperienza!

In questo articolo ho solo espresso le mie opinioni sulla base della mia esperienza, da profana che ha letto i libri, non sono un medico e non voglio nè consigliare nè tantomeno dare un giudizio oggettivo di questa dieta. Su di me funziona. Punto.

bloglovin

9 Responses to “Merci, Monsieur Dukan! E i chiletti se ne van…”

  1. avatar VETTO ha detto:

    Ho letto il libro e l’ho provata quest’estate, su di me ha funzionato, ho perso circa 4 kg in 4 settimane poi leggendo articoli ho letto che non andrebbe fatta per lunghi periodi ecc….c’è chi la osanna e chi invece…..

    • avatar Pamela ha detto:

      Ciao
      Ma poi hai fatto tutte le fasi o l’hai interrotta?
      Comunque 1 mese di dieta non mi sembra un lungo periodo… A me le prime due fasi sono durate in totale poco più di un mese e mezzo e non mi è pesato più di tanto, anzi… A dire la verità mangio più di prima e mi sento anche molto meglio!! 🙂

  2. avatar Hermosa ha detto:

    Io l’ho provata tempo fa e ho smesso. So che funziona e vedo molte mie amiche continuare a farla con ottimi risultati. Però la trovo fortemente squilibrata e pericolosa per l’organismo (assieme a tanti altri), soprattutto alla lunga. Detto questo, se con te funziona e il tuo organismo non ne risente, buon per te:)

    • avatar Pamela ha detto:

      Ciao Hermosa,
      la pensiamo allo stesso modo: anche secondo me questa dieta andrebbe fatta solo per brevi periodi e per perdere pochi kg (almeno 5/6 però). In effetti le prime due fasi sono piuttosto squilibrate, poi già dalla terza si reintroducono molti alimenti e a poco a poco torna tutto alla normalità… Adesso che sono in questa fase non mi sembra neanche di essere a dieta… 🙂

  3. avatar bricconcella ha detto:

    Ciao Pamela! sembra molto interessante… chi non vorrebbe perdere qualche chilo senza fare troppi sforzi??? 🙂
    una curiosità: cosa mangiavi nelle prime fasi per colazione???
    Buona serata
    bricconcella

    • avatar Pamela ha detto:

      Ciao bricconcella,
      nelle prime due fasi a colazione mangiavo un barattolino di yogurt magro 0,1% con un cucchiaio di crusca d’avena, due fette di petto di tacchino o di pollo e una tisana alla frutta (senza zucchero ovviamente!!).
      Adesso che sono nella terza fase, nello yogurt magro oltre a 2 cucchiai di crusca metto anche una manciata di bacche di goji che sono buonissime!!
      Pensa che prima della dieta mangiavo solo una fetta biscottata con la marmellata e una tisana sempre senza zucchero e nonostante tutto non scendevo di un grammo!!
      E poi la mattina adoro mangiare qualcosa di salato: lo so, sono un’americana inside 😉
      A presto!!

RSS feed for comments on this post. And trackBack URL.

Leave a Reply

Scrivi il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.