Ma non era la cosa più inutile al mondo?

mercoledì 26 gennaio 2011

Ammiro la Apple perchè secondo me è un’azienda così all’avanguardia che ormai non soddisfa più le esigenze dei consumatori, ma crea lei stessa dei bisogni.

In effetti se non avesse inventato l’iPad, secondo voi qualcuno se ne sarebbe accorto? Secondo me no, e invece oggi pare che ci sia chi non può proprio farne a meno…

Mi spiego meglio.

L’iPad cosa fa?

  • Si collega ad internet, naviga e invia email (come un normale pc fisso o portatile, o uno smartphone tipo Blackberry o iPhone);
  • alcuni hanno un sensore gps integrato (come i normali gps standalone o installati sulle auto, o come alcuni Blackberry e l’iPhone);
  • puoi leggere giornali, riviste, ecc. (come in tutti i pc e alcuni smartphone);
  • puoi installare programmi o apps (come in tutti i moderni dispositivi elettronici);
  • puoi anche telefonare tramite Skype comprando un accessorio aggiuntivo (come puoi fare con qualsiasi pc).

Come vedete, l’iPad non si caratterizza per “innovazione” delle funzioni, infatti per ogni cosa che fa, c’è almeno un altro dispositivo che la faceva già e meglio. A me somiglia a un palmare gigante, che non ha funzioni aggiuntive rispetto ad uno smartphone o ad un pc portatile.

Però tutti lo vogliono (compreso mio marito che ne ha appena comprato uno…). Perchè? Non c’è un solo motivo secondo me, forse perchè è Apple e fa figo dire che ho l’iPad, oppure perchè “intanto compriamolo, poi vediamo a che serve”, o per emulazione nei confronti di chi ce l’ha già. E’ per questo che dico che la Apple crea dei bisogni: appena esce un nuovo prodotto Apple, tutti (soprattutto i più giovani) DEVONO averlo. Finisco qui la mia lezione di marketing (scusate, deviazione professionale) altrimenti rischio di annoiarvi e vi parlo dell’iPad. 

L’oggetto (non so come altro definirlo…) in effetti è accattivante: sottile e leggero, ti consente di fare molte cose senza accendere il pc. Per il momento l’utilizzo maggiore che se ne fa in casa mia è quello dei giochi, seguito a ruota dalla navigazione sul web (soprattutto per consultare la guida ai programmi televisivi di Sky).

Da ieri però il suo uso si è allargato: l’iMac di mio marito ha avuto un problemino, quindi l’abbiamo portato in assistenza dove lo terranno un pò di giorni. Fortunatamente ha l’iPad, così può vedersi la posta, navigare in internet e leggere i quotidiani senza invadere il mio territorio (mio territorio = mio iMac).

Quindi alla fine direi che chi ha tratto i maggiori vantaggi da questo ultimo acquisto sono proprio io che all’inizio lo reputavo uno degli oggetti più inutili e costosi al mondo (non che ora abbia radicalmente cambiato idea, però penso che forse a qualcosina serve anche se il rapporto qualità/prezzo è drammatico… per fortuna che c’è chi lo vende usato!). Ovviamente se non ce l’avessi dormirei lo stesso la notte perchè mi rendo conto che non fa niente di più di quello che potrei fare con un Blackberry e un netbook. E’ solo un giochino in più… Un gran bel giochino, però!

Voto: 6

bloglovin

2 Responses to “Ma non era la cosa più inutile al mondo?”

  1. avatar felixsin ha detto:

    Ok, ok, ma lo diciamo o no che per il 50% della sua vita quell’iPad è stato tra le tue mani, perchè (bontà loro) altrimenti i tuoi poveri squaletti virtuali morivano di fame????

RSS feed for comments on this post. And trackBack URL.

Leave a Reply

Scrivi il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.