Vuoti e pieni a perdere di marzo, aprile e maggio 2017 – seconda parte

mercoledì 26 luglio 2017

Ciao a tutti,

torno a parlarvi dei prodotti che ho deciso di buttare via in questo periodo. La lista si allungherà a breve, anche grazie ai recenti acquisti americani (vi dico solo: palette Lorac a meno di 4$… se vi interessa faccio il post con gli acquisti).

Pieni a perdere

REVITALASH ADVANCED Eyelash Conditioner (1 ml)*: purtroppo ci sono alcuni step della mia beauty routine che puntualmente salto. La cura delle ciglia è una di quelle, nonostante in realtà ne abbia bisogno. Mi ero ripromessa di usare quotidianamente questo siero che promette di rinforzarle, ma dopo un paio di settimane la mia costanza è andata a farsi benedire. In seguito l’ho usato saltuariamente e qualcosa faceva, fino a qualche mese fa quando ho cercato di usare il poco prodotto che restava, ma gli occhi mi hanno bruciato per una giornata intera. Era vecchio e praticamente finito. In sintesi, per quello che ho visto, in realtà funziona, le ciglia si rinfoltiscono, ma non aspettatevi miracoli: non succede sicuramente quello che ho visto l’anno scorso al Cosmoprof, dove il titolare di un’azienda che produce un siero analogo, l’aveva usato su un occhio solo per un mese e si ritrovava ciglia a ventaglio… ma solo su quell’occhio!!  Era un po’ impressionante… mio marito è ancora scioccato!  Voto: 7

L’OCCITANE Regard Radieux Contorno occhi (10 ml): avrei voluto dirvi solo che era come l’acqua fresca, che metterlo o non metterlo era la stessa cosa, invece questo liquido trasparente mi faceva arrossare il contorno occhi e ci metteva una vita per asciugarsi. Non contento, mi faceva anche aumentare le occhiaie che io in genere non ho.  Non so perchè abbia resistito così tanto nel mio bagno. A mai più.  Voto: 2

NEVE Light Cover up (sample): usato un paio di volte, sembrava avessi il cemento cangiante in faccia.  Sì, era abbastanza coprente per essere in polvere, ma l’effetto finto era terrificante, soprattutto su una pelle tendente al secco come la mia. Ho buttato via quello che ne era rimasto. Voto: 3

CATRICE Ombretto Gilbert’s Grapefruit: vecchissimo ombretto, interessante dal punto di vista del prezzo, ma con un fall out spaventoso sia appena messo che durante la giornata. Il colore poi che nella cialda è rosa con riflessi ghiaccio, sulla mia palpebra è praticamente bianco freddo.  Inutile, vale esattamente quello che costa, cioè niente. Voto: 4

BALANCED GURU Face it off Cleanser (30 ml): non sono mai riuscita a farmi piacere del tutto questo prodotto. Sarà perchè in genere voglio un prodotto per struccare sia occhi che viso insieme mentre questo invece non è adatto agli occhi perchè brucia. L’utilizzo alternativo come olio per rimuovere i punti neri è anche valido, ma sono passati così tanti anni da quando l’ho aperto che ho deciso di buttarlo via perchè contiene molti oli ed è un prodotto naturale con pochi conservanti. Qui la mia recensione storica. Voto: 6

KIKO Luxurious Lashes Waterproof Mascara (12 ml): prima di finire il mascara Paese Cosmetics, ho deciso di scegliere il suo sostituto, quindi sono andata a recuperare i mascara ancora chiusi scoprendo di averne meno di quanto pensassi. Ho iniziato con questo mascara waterproof di Kiko. Devo ammettere che è davvero waterproof, ma a me onestamente non è piaciuto: inesistente sulle ciglia nonostante le numerose passate, ti accorgevi della sua presenza solo la sera quando lo struccavi che non andava via nemmeno con le cannonate. Usato una decina di volte e poi buttato via. Voto: 4

 

SEPHORA Mascara Renversant ultra black (9 ml): se con il mascara precedente pensavo di aver toccato il fondo, questo è riuscito nella difficile impresa di essere anche peggio.  I problemi principali che me l’hanno fatto abbandonare dopo 6 o 7 utilizzi sono due: il primo è che restava appiccicoso e non si asciugava mai, neanche dopo 12  ore (testato più volte…) e di conseguenza la sera mi trovavo sempre dei residui su palpebre e contorno occhi, il secondo è che mi colava negli occhi con conseguente appannamento e fastidio. Voto: 2

SALLY HANSEN Nail Polish Remover Pads (8 pezzi): purtroppo queste salviette levasmalto contengono molto acetone e le mie unghie se ne sono accorte!! In più, nonostante fossero chiuse singolarmente, si sono gonfiate leggermente e adesso non sono più molto efficaci… Non me l’aspettavo da un brand del genere che dopo appena due anni dall’acquisto, un prodotto sigillato sia da buttare via!!  Che peccato! Voto: 3

TOO FACED Lip insurance (4,46 gr): lo presi anni fa a Milano, ma non mi è mai piaciuto. Dovrebbe essere un primer labbra, ma secondo me non funziona bene e non ha niente a che vedere con lo Shadow Insurance, il primer occhi della stessa linea. Crea una patina e non ha un buon sapore. In più non mi sembra molto efficace, il rossetto regge poco di più ma se ne va a scagliette (forse è un problema dei rossetti che ho usato, ma da soli non lo fanno!). Non lo ricomprerò. Voto: 4

L’OCCITANE Latte corpo alla verbena (50 ml x2): purtroppo sebbene le creme fossero nuove, avevano iniziato a puzzare. Forse contengono molti oli e a distanza di qualche anno si sono deteriorate pur tenendole chiuse. Voto: 3

ASTRA Soul color n. 03: ecco dov’era!! Trovato in un cassetto (sotto il naso ovviamente…) e subito cestinato. Era terribile all’epoca, adesso sarà un disastro!! Costa poco e vale meno!  Voto: 3

Stavolta ho proprio odiato alcuni prodotti, ne è un sintomo il fatto che li abbia abbandonati per tanto tempo senza utilizzarli.

Abbiamo prodotti in comune? Vi sembra che stia guarendo dall’ossessione che mi impedisce di buttare via makeup vecchio “perchè magari un giorno potrei usarlo di nuovo”? Volete sapere quante e quali palette Lorac ho comprato negli States (così capite che invece resterò per sempre un’accumulatrice seriale…)?

* I prodotti con l’asterisco mi sono stati gentilmente offerti dall’azienda per testarli. La mia opinione a riguardo è sincera e rispecchia l’esperienza che ho avuto con il prodotto. Non ho ricevuto alcun compenso nè sono stata obbligata a parlare del prodotto.
bloglovin

5 Responses to “Vuoti e pieni a perdere di marzo, aprile e maggio 2017 – seconda parte”

  1. avatar nella crosiglia ha detto:

    Quante cose trovate , criticate nel bene e nel male ….in questo periodo tra diagnosi errate, cure da ricominciare, non ho neppure il tempo di lavarmi il viso..una confusione totale e tutto da ricominciare.
    Leggo ma non registro quello che mi si propone, ho solo il tempo di ordinare le mie nuove visite e ricominciare tutto da zero.
    Perdonami mia cara, ma so che mi capirai
    un bacio grande

  2. avatar Sakura ha detto:

    Cara a me interessa parecchio vedere i tuoi acquisti USA; certo rosicherò un po’, ma sono curiosa 🙂
    I mascara Kiko non mi hanno mai convinta, se devo prendere un mascara low cost preferisco Essence, ma con qualche euro in più ho preso di recente il Lash sensational di Maybelline e mi sta piacendo un sacco, più di mscara ben più costosi! Uh i Soul color di Astra li avevo rimossi, io ne avevo uno color petrolio, una ciofeca vera e propria!

    • avatar Pamela ha detto:

      Ciao Sakura!!
      Allora fra poco vi aspetta un breve post haul (non ho comprato molto, ma ho delle chicche difficili da trovare qui).
      Non mi ero trovata malissimo con un mascara top coat Kiko, ma questo era davvero terribile!! E poi non è mica tanto low cost come Essence… In passato avevo provato dei mascara Maybelline, ma penso che la resa dipenda molto dal singolo pezzo: due mascara identici, cambiava solo il colore, uno l’ho amato, l’altro odiato. 😀
      I soul color di Astra facevano impazzire il web, io li ho detestati dal primo momento, ma ero una mosca bianca… Adesso ho capito che non ero sola 😉
      Un bacio!

RSS feed for comments on this post. And trackBack URL.

Leave a Reply to Pamela

Rispondi a Pamela Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.