Fantasmini di Halloween

sabato 17 novembre 2012

Ciao a tutti!

Arrivo con un pò di ritardo per farvi vedere cosa ho fatto quest’anno per Halloween: i fantasmini!!

Avrei fatto anche “mamma fantasma” ma… per colpa di una pasta di zucchero comprata di scarsa qualità che si è crepata e non è venuta particolarmente fotogenica, per cui non mi ha rilasciato la liberatoria per pubblicare le sue foto! Le foto che vi pubblico quindi sono solo quelle fatte ai “bambini”, venuti bene grazie alla pasta di zucchero fatta da me (è proprio vero, se vuoi una cosa fatta bene devi fartela da sola, ma avendo paura di non essere in grado di farla per sicurezza ne avevo comprata una già pronta, che errore!!).

Le ricette, alle quali ho apportato solo qualche piccolo adattamento, le ho trovate in vari siti internet. Purtroppo le dosi di base e crema erano un pò troppo abbondanti e mi è avanzata metà madera cake e quasi tutta la crema ganache, quindi le ho ridimensionate per voi!

Difficoltà: medio/alta

Tempo: 40 minuti di preparazione + 1 ora di cottura per madera cake, 40 minuti per la crema ganache, 10 minuti per la pasta di zucchero, 25 minuti per la preparazione torta + fantasmini (in totale circa 3 ore)

Ingredienti:

Madera cake

400 gr. di farina
1 bustina di lievito
350 gr. di burro
350 gr. di zucchero
6 uova
la buccia di 1 limone bio grattugiato
4 cucchiai di latte

Crema ganache al cioccolato bianco

300 gr. di cioccolato bianco
300 ml di panna fresca
30 gr. di burro

Pasta di zucchero

1 kg zucchero a velo vanigliato
12 gr colla di pesce
100 gr acqua
100 gr miele

Torta e fantasmini

300 gr di panna fresca
4 ciliegine candite

Preparazione madera cake

In una ciotola lavorare molto bene lo zucchero con il burro lasciato qualche ora fuori dal frigo in modo che diventi molto morbido (io che avevo i tempi ristretti l’ho tagliato a pezzetti e messo pochi secondi nel microonde, ho risolto così!).
In una ciotola sbattere leggermente le uova con il latte, unendo anche la buccia del limone grattugiato.
A questo punto unire la farina con la bustina di lievito e le uova al composto di burro e zucchero, ma poco alla volta alternandoli fino ad esaurimento degli ingredienti.
Quando è tutto ben amalgamato, versare il composto nelle teglie imburrate e infarinate, aiutandosi con un cucchiaio cercando di livellarla il più possibile soprattutto al centro (considerate che gonfia parecchio perchè c’è il lievito!). Consiglio di usare 2 ciotole grandi da budino e 6 stampini piccoli di alluminio da plumcake e riempirli per 2/3.
Infornare in forno già caldo a 180° per circa 1 ora. Molto importante è la collocazione in forno: mettere le teglie in uno dei ripiani centrali potrebbe farle restare crude all’interno mentre esternamente si bruciano, per cui il mio consiglio è di posizionarle più verso il basso e testare il grado di cottura con uno stuzzicadenti o un bastoncino per spiedini (quando è asciutto vuol dire che è cotto anche all’interno).

Preparazione crema ganache al cioccolato bianco

Fare a scagliette il cioccolato bianco (io ho usato il Bimby e invece delle scagliette il cioccolato viene a pallini, ma si fa notevolmente prima e senza fatica!!).
Mettere la panna fresca e il burro in un tegame e portare il tutto quasi ad ebollizione a fuoco basso, togliere il tegame dal fuoco ed aggiungere il cioccolato bianco mescolando con una frusta fino al completo scioglimento del composto.
Mettere la pentola a bagnomaria nell’acqua fredda e con uno sbattitore elettrico montare il composto, fino a quando diventerà cremoso e denso, indicativamente 10/15 minuti (io ci ho messo oltre 20 minuti ma la mia dose era quasi il doppio di questa e ci vuole più tempo se le dosi sono maggiori).

Preparazione pasta di zucchero

Ammorbidire la colla di pesce dentro un pentolino poi mettere sul fuoco al minimo e farla sciogliere senza raggiungere l’ebollizione. Aggiungere il miele, mescolare bene e mettere tutto il composto dentro lo zucchero a velo disposto a fontana. Amalgamare con il cucchiaio e dopo con le mani, aiutandosi eventualmente con una spolverata di zucchero a velo se risultasse troppo appiccicosa.

Preparazione torta

Tagliare i 2 madera cake grandi a fette di circa 1,5/2 cm e disporle una sopra l’altra (potrebbero non essere necessarie tutte le fette, altrimenti il dolce diventa troppo alto) con, fra i vari strati, 2/3 cucchiai di crema ganache. Tagliare un madera cake piccolo a fette e procedere come per le fette grandi, per creare la parte superiore. A questo punto montare 300 ml di panna e con metà ricoprire il dolce. Stendere 500 gr di pasta di zucchero a forma leggermente ovale, in modo che possa ricoprire per intero la torta, poi con l’aiuto del mattarello, appoggiarla sulla torta, farla aderire solo sulla testa, lasciandola svolazzante ai lati (un aiuto in questi casi è molto gradito!!).
Tagliare una ciliegina candita in 4 parti e con 2 fare gli occhi incastrandoli nella pasta di zucchero.

Preparazione fantasmini

Togliere dagli stampi i 5 plumcake, stendere due cucchiai di panna sopra ognuno ed inserire una ciliegia candita al centro cercando di coprirla interamente con la panna. Ritagliare dei cerchi di pasta di zucchero ed appoggiarli sopra i plumcake, poi inserire gli occhi con 1/4 di ciliegina candita come per la torta grande.

Il risultato dovrebbe essere più o meno quello delle foto. In effetti la preparazione non è semplice e si rischiano errori, ma considerando che era la prima volta che la provavo devo dire che mi ritengo soddisfatta, a parte l’estetica della torta grande…  E’ un tipo di dolce molto adatto ai bambini (e non a me che sto ancora facendo la dieta, ma dovevo portarla al lavoro e l’ho appena assaggiata…), la consistenza è morbida e la madera cake è più dolce di un normale pan di spagna.

Ehi, ma nell’ultima foto ha fatto la sua apparizione una “mamma fantasma”… Avrà cambiato idea riguardo alla liberatoria? 

E voi, in quali creazioni vi siete cimentati ad Halloween? 

bloglovin

6 Responses to “Fantasmini di Halloween”

  1. avatar VETTO ha detto:

    sono decisamente inquietanti..( ed in questo caso è un complimento) anche io ogni tanto mi diletto in cucina con dolci e dolcetti ma non ho mai usato la pasta di zucchero sai? però vorrei cimentarmi una volta…L’anno scorso per Halloween avevo prodotto dei biscotti alla cannella e zenzero e poi avevo fatto il tiramisù con la zucca..quest’anno..purtroppo ho saltato..ma rimedierò con qualche ricetta sotto le feste di natale:) buon week end!

    • avatar Pamela ha detto:

      Grazie del complimento! 🙂
      Anche io era la prima volta che usavo la pasta di zucchero, quindi ho cercato in rete le ricette per farla e se ne trovano moltissime!! Addirittura con il glucosio (che non saprei dove trovarlo) oppure sciogliendo dei marshmallow bianchi. Quella che ho fatto io mi sembrava quella più facile e soprattutto con ingredienti facilmente reperibili!! E la riuscita è davvero garantita, provaci!!
      Mi piace moltissimo la cannella ed anche lo zenzero mi intriga, come li hai fatti i biscotti? Pasta frolla? Il tiramisu mi incuriosisce, ma la vedo dura farlo mangiare a mio marito che non impazzisce per la zucca…
      Aspetto le tue ricette natalizie, sei bravissima ai fornelli!
      Buon week end anche a te!

      • avatar VETTO ha detto:

        è una specie di frolla speziata ecco ( se ti fa piacere ti mando la ricetta) per il tiramisu’ alla zucca..anche io ero restia…perchè non la amo troppo ma devo dire che con gli altri ingredienti..poi non si sentiva troppo…nooo io non sono brava…mi diletto ..ecco…tra l’altro ho notato che è tanto che non edito post culinari…domani…mi diletto in un polpettone un pò diverso..vediamo…cosa ne esce..buona serata a presto:)

        • avatar Pamela ha detto:

          Certo che mi fa piacere!! Mandami la ricetta dei biscotti, che magari ci provo (a Natale dovrei aver finito la dieta!!).
          E poi non fare la modesta, ho visto che spesso fai dei bei manicaretti!! 😉

  2. avatar *gioianera* ha detto:

    che carini!!! e, suppongo, anche buoni!!! 🙂

RSS feed for comments on this post. And trackBack URL.

Leave a Reply

Scrivi il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.