Happy town

giovedì 2 dicembre 2010

C’è poco da dire su questa “pseudo serie televisiva”, se non che è stata una tra le peggiori che io abbia mai visto!

Purtroppo i produttori avevano fatto male i conti: pensavano che spargendo la voce che questo telefilm fosse una sorta di Twin Peaks, ne avrebbero avuto lo stesso successo! Invece, in USA, dopo qualche puntata con ascolti mediocri, pare che il pubblico abbia completamente abbandonato la serie, costringendo gli autori a forzare un finale dopo solo 8 puntate (di cui le ultime 2 andate in onda solo sul sito ufficiale del telefilm!). In Italia l’intera serie è andata in onda su Fox, ma anche qui non ha avuto il successo sperato… Davvero un peccato, considerato che erano partiti bene secondo me.

Nonostante quello che era stato inizialmente detto, questa serie con Twin Peaks ha ben poco in comune (questo giustifica l’andamento degli ascolti…), poco male dal momento che, almeno io, non impazzisco per i viaggi mentali di Linch…

Stavolta farò un’eccezione in quanto, a causa della “povertà” della trama, sono costretta a pubblicare qualche spoiler. Chi volesse vedere la serie (io lo sconsiglio…) è meglio che non legga il seguito.

La serie si apre con una serie di storie parallele ambientate in un paesino del Minnesota (poco somigliante alle fredde montagne di Twin Peaks…) in cui diversi anni prima erano sparite 7 persone senza lasciare traccia. Un omicidio e la sparizione di altre persone causano la ripresa delle indagini da parte dello sceriffo per scoprire il colpevole, che secondo una credenza popolare del luogo è il fantomatico “uomo magico”.

Alla fine di questa miniserie si scoprirà chi è l’uomo magico, ma oltre a questo non si capirà nient’altro: ha rapito tutte quelle persone oppure le ha ipnotizzate o le ha uccise o…? perchè? perchè è sparito in tutti questi anni e poi ha ricominciato a far scomparire la gente? perchè ha fatto sparire una persona e poi l’ha fatta riapparire? come ha fatto a far sparire una donna in un parco giochi davanti a un migliaio di persone senza che NESSUNO se ne accorgesse, neanche la figlia piccola che la stava tenendo per mano? dove tiene tutte le persone “rapite”? sono ancora vive tutte? perchè ogni tanto qualcuno va in trance e fa cose folli (tipo tagliarsi una mano)? Cosa significa il martello e che c’entra con i corvi che si schiantano sulle auto? Chi è la sconosciuta che fa finta di tornare nel paese della madre e indaga su tutto e tutti e soprattutto, con chi parla sempre al telefono e perchè? Che significato ha per la famiglia Haplin il film tedesco a cui fanno spesso riferimento, al punto di sconvolgere il nipote ribelle della “leader” della famiglia e portarlo a cambiare completamente le decisioni sul suo futuro? Quale è il ruolo del forno che domina l’intero paese, dove sembra che lavori il 90% della popolazione?

Ebbene, alla fine del telefilm queste resteranno domande senza risposta: non viene spiegato niente e resta l’amaro in bocca perchè le prime 5/6 puntate erano veramente notevoli… E’ fin troppo evidente che il finale è stato scritto in fretta e appiccicato lì per rattoppare una serie che altrimenti, per come è iniziata, aveva i presupposti per almeno un paio di stagioni da 20 puntate ciascuna…

Lo ripeto: un vero peccato!!

Voto: 3 (sarebbe stato più alto se ci fosse stata un’altra stagione…)

bloglovin

2 Responses to “Happy town”

  1. avatar paolo ha detto:

    Come immaginerai una serie tv viene girata, montata e completata molto prima della sua messa in onda. Il finale non è stato scritto in fretta per rattoppare la carenza di ascolti della serie, sarebbe impossibile: erano previsti solamente 8 episodi (di cui a mio modestissimo parere si salva unicamente il primo) con una conclusione ridicola.

    • avatar Pamela ha detto:

      Ciao Paolo,
      benvenuto e grazie per averci detto la tua opinione!
      Permettimi però di dirti che io non la penso proprio così. Una serie televisiva non viene girata molto tempo prima della sua messa in onda, anzi, spesso le riprese si sovrappongono alla messa in onda (in USA soprattutto) quando le serie sono particolarmente lunghe (tipo 20/22 puntate). E gli episodi pilota servono anche a far capire se una serie andrà o meno e se continuare di conseguenza a girare altre puntate.
      In questo caso specifico, il finale è stato realmente “ridotto” perchè di materiale e idee ce n’era almeno per 2/3 stagioni. E non sono la sola a dirlo: http://www.lanostratv.it/serie-tv-americane/dopo-la-prima-happy-town-ma-twin-peaks-era-unaltra-cosa/ Probabilmente le puntate della prima stagione in origine dovevano essere solo 8, ma erano previste più stagioni, per cui non sarebbe dovuto finire in modo così ridicolo.
      Ad ogni modo sarai d’accordo con me sul fatto che questa serie lascia proprio l’amaro in bocca! Da quella volta infatti sto ben attenta ad iniziare ad appassionarmi ad un telefilm prima di sapere quante stagioni sono state già trasmesse in USA!!
      Ciao e spero continuerai a seguirmi!
      A presto
      Pam

RSS feed for comments on this post. And trackBack URL.

Leave a Reply

Scrivi il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.